SENZA LATTOSIO | Le mie vacanze di Natale con LactoJoy

È un po’ che non vi aggiorno sulla situazione intolleranze e allergie. Anzi, è un po’ che non vi aggiorno in generale! Il mese di Dicembre è stato intenso e pieno di viaggi: tre Paesi europei, sei città italiane, valigie sempre pronte per andare a scoprire posti nuovi o a ritrovare vecchi amici. Nel giro di due settimane sono passata dal mangiare gelato a 25 gradi alla polenta a -12.

I viaggi per me sono sempre un’ottima occasione per fare il punto sulle mie intolleranze alimentari. Dovendo mangiare fuori praticamente sempre, devo stare attenta a dosare soprattutto la quantità di nichel che ingerisco giorno dopo giorno.  Read more

VIAGGI | Crociera Senza Glutine: perché non mi è piaciuta (e perché ve la consiglio)

crociera senza glutine: perché ve la consiglio, ma non la rifarei?

Chi di voi mi segue su Instagram sa già che sono appena stata ai Caraibi. È un viaggio che sognavo da tempo: è da quando ho vissuto in Francia che sono affascinata dai Dipartimenti d’Oltremare. Terra francese, anima creola, isole situate ai margini dell’Europa la cui storia è intrinsecamente legata alla nostra, ma poco conosciuta.

Una volta comprato il volo per Guadeloupe ci siamo scontrati con numerose difficoltà organizzative. Come muoversi da un’isola all’altra, se scegliere di alloggiare in un hotel internazionale -più sicuro dal punto di vista alimentare- o in una sistemazione locale, il tutto cercando di non spendere un capitale.

Poi il mio fidanzato si è rotto un ginocchio, e ci siamo lasciati tentare dall’idea di una crociera. Era il modo più veloce ed economico per farci un’idea dell’aria che si respirava nelle varie isole. In più, garantivano di avere un menu 100% senza glutine e una palestra in cui lui poteva fare riabilitazione. Read more

FOOD TOUR | Alpe di Siusi Senza Glutine: itinerario a piedi a caccia dell’autentico sapore dell’Alto Adige

La prima volta che sono stata all’Alpe di Siusi avevo una ventina di giorni. Anzi, mi correggo: la prima volta che sono stata all’Alpe di Siusi ero nella pancia di mia madre da circa quattro mesi. Da lì ci sono andata due volte l’anno, finché sarei riuscita a fare ogni pista e sentiero ad occhi chiusi.

Ci sono tornata lo scorso weekend, dopo cinque anni di assenza. Lo scopo?

Una full immersion di 48 ore nell’Alto Adige più autentico.

Read more