NOVITÀ | Arrivederci Italia, vado a vivere a…

Nel primo anno della nostra relazione, io e il mio fidanzato abbiamo visitato 4 capitali in 2 continenti diversi. La prima è stata Londra.

Non ce ne siamo innamorati.

Per un motivo o per un altro, sono andata a Londra due volte all’anno durante il liceo. Ma dopo quella volta con lui non ci sono più tornata. Fino ad aprile scorso.

_

I primi tre mesi dell’anno sono stati particolarmente difficili dal punto di vista di salute e lavorativo. Non ho fatto nemmeno in tempo a tornare dal mio viaggio sponsorizzato in Australia aspettandomi grandi cose per il 2017 che si sono inanellate una serie di sfortune, dolorose e faticose.

A fine marzo ho il morale sotto ai piedi e un bisogno disperato di respirare un po’. A Londra fa l’Erasmus una delle mie amiche di sempre, che mi apre le porte di casa sua per una settimana.

Ogni mattina prendo la reflex e salgo su un double decker a caso. Esploro un quartiere della città, poi lavoro in un caffè con davanti una colazione senza glutine. Non vedo quasi il centro turistico, e questa Londra un po’ lenta e super creativa fa breccia nel mio cuore. Ne parlo anche nel blog, a cuore aperto e bocca piena.

È un pomeriggio di sole e luce morbida, io ho appena preso un cupcake senza glutine da Pearl & Groove e cammino tra le case pastello di Ladbroke Grove.

E in quel momento lo penso: “mi piacerebbe vivere qui, per un po’”.

Se ve lo state chiedendo, no, cinque mesi fa non avevo idea che ci saremmo trasferiti a Londra.

Abbiamo iniziato a parlarne un mese dopo, e io ho sorriso pensando a come, certe volte, il destino sembri in ascolto nei momenti più impensati.

È tutto vero: vado a vivere a Londra!

Perdonatemi se in questi mesi sono stata un po’ assente dal blog. Ho dovuto chiudere i miei rapporti lavorativi con l’Italia e organizzare l’ottavo trasloco in quattro anni. Questa volta contiamo di fermarci un po’ di più: in Londra abbiamo trovato la nostra base ideale per i prossimi anni.

Non vedo l’ora di esplorare meglio Londra e di scrivervi tantissimi consigli per venire a visitarla!

Aspettatevi post, storie su Instagram, vlog e guide… e forse qualche altra novità bomba, per la quale però ho ancora bisogno di tenere le dita incrociate e lavorare sodo.

Come ho fatto a trasferirmi a Londra?

So che molti di voi saranno curiosi di sapere come siamo riusciti a trasferirci. Non avendo legami lavorativi stabili con l’Italia ed essendo il Regno Unito ancora parte dell’Europa, è bastato prendere la decisione e andarsene. 

Niente di meno, niente di più.

Ovviamente abbiamo fatto un piano a lungo termine. Ammiro chi parte con un biglietto sola andata e nessun programma, ma non è il nostro caso. Entrambi lavoriamo in un campo in cui a Londra c’è molta richiesta, e contiamo di restare qui.

E qui arriva la seconda novità! 🙂

Da oggi vi parlo di vivere e trasferirsi a Londra su Amiche di Fuso!

Ho conosciuto Amiche di Fuso… prima della sua nascita. Ho conosciuto virtualmente tante di loro negli anni, e alcune ho avuto la fortuna di abbracciarle di persona. Con Federica ho avuto la possibilità di frequentarci a Bologna, con Valentina la avrò per qualche mese qui a Londra.

Cos’è Amiche di Fuso?

È un magazine sulla vita all’estero, fondato da un gruppo di amiche expat.

Negli anni si è evoluto e ha visto transitare tantissime storie di donne all’estero. Donne che hanno mollato tutto e donne che si sono reinventate. Donne che hanno seguito i mariti o che si sono fatte seguire. Studentesse Erasmus e famiglie, anni di liceo negli USA e trasferimenti definitivi.

Insomma, Amiche di Fuso è la Bibbia di chi vuole trasferirsi all’estero.

Sono state le prime che mi hanno fatto credere che una vita fuori dall’Italia era possibile. Sono state le prime a suggerirmi prima uno poi due, cinque, dieci modi per cambiare la mia vita e trasferirmi all’estero, grazie ai loro articoli.

Non è grazie alle Amiche di Fuso che sono tornata a trasferirmi fuori dall’Italia. Ma è sicuramente grazie a loro che ho capito che farlo era alla mia portata.

Sono felicissima da oggi di fare parte ufficialmente del loro team!

Qui trovate il mio primo post, che parla del nostro trasferimento a Londra.

Fatemi sapere se ve ne interessa anche uno più pratico su come trasferirsi in UK!

Londra Senza Glutine: la nuova rubrica del blog!

Qui sul blog nascerà invece la rubrica su Londra Senza Glutine, in cui vi racconterò le mie esperienze di foodie senza glutine in giro per la città.

Spero nei mesi di farla diventare una rubrica-guida dettagliata ai ristornati, bar, caffè, catene e bistrot senza glutine di Londra, perché vi assicuro che dopo sole tre settimane qui ho già capito che questa città è il paradiso dei celiaci.

Un paradiso pieno di tentazioni, di cui alcune pericolose.

Perché non è rado imbattersi in ristoranti con “gluten free options” in cui preparano il cibo sullo stesso tavolo di quello glutinoso, senza essersi nemmeno lavati le mani.

Insomma, cercherò di mettervi in guardia dai posti rischiosi e di segnalarvi tutti quelli che meritano. Con la prospettiva di non rientrare in Italia, avrò tutto il tempo del mondo di esplorare Londra per voi.

E se venite a Londra, non esitate a contattarmi per un consiglio o una mano nella prenotazione!

10 thoughts on “NOVITÀ | Arrivederci Italia, vado a vivere a…

  1. Congratulazioni!!!!!!! Sono felicissima per te! In bocca al lupo!

  2. In bocca al lupo e sono veramente felice per te (e per voi)!
    Un abbraccio Eli 🙂

    1. Ma grazie Simo, porto le allergie in giro per il mondo! E prima o poi ti riconoscerò in estate, vicina di ombrellone!

  3. Sono felice per te e come sai ti invidio non poco 😁 In bocca al lupo per la tua nuova vita british 😘

    1. Hehe, io invidio te che hai una casa in cui riesci a girare attorno al letto! Ti aspetto a Londra quando vuoi!

  4. Felice per te!! Ti auguro davvero il meglio..😍 Vediamo se riusciamo a incontrarci almeno fuori dall’Italia😂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *