FOOD TOUR | Info utili per una vacanza Senza Glutine a Bologna + FAQ

Bologna senza glutine: tutte le indicazioni per organizzare la vostra vacanza!

Cercate un ristorante senza glutine a Bologna? Ho preparato per voi un food tour in dieci tappe, tranquillamente affrontabile in una giornata. Certo, dovrete avere molta fame, perché contiene ben cinque ristoranti senza glutine!

Il food tour originale è stato pubblicato nella mia rubrica di viaggi su Paneamoreceliachia. Qui sotto trovate la mappa con tutti i punti citati, bar, pasticcerie e ristoranti senza glutine compresi. Il giro è tranquillamente fattibile in un’ora e mezza, visite interne escluse. Il mio consiglio è quindi di prenderlo come linea guida, e fare qualche deviazione. Ve ne consiglio qualcuna più avanti.

Se cercate il Food Tour di Bologna senza glutine in dieci tappe, lo trovate sul blog Paneamoreceliachia a questo link.

Qui invece provo a elencare tutte le informazioni utili per un celiaco in visita a Bologna. Soprattutto chi è all’inizio della dieta ha bisogno di essere organizzato e di chiarirsi le idee prima di muoversi: altrimenti anche una gita di una giornata diventa un incubo. In realtà, Bologna meriterebbe più di una giornata: se avete tempo e cercate idee, più avanti vi suggerisco qualche altra tappa da non perdervi. Se avete delle altre domande, scrivetele nei commenti e le aggiungerò al post.

Pronti? Iniziamo!

bologna_senza_glutine_dove_mangiare_cosa_vedere_guida

Bologna Senza Glutine: quali sono i ristoranti certificati AIC?

A Bologna esistono solo 18 locali (tra alberghi, ristoranti, pizzerie e bar) certificati senza glutine dall’AIC. Per una città così grande è un po’ pochino. Nella guida però ne nomino solo due: questo perché la maggior parte non sono in centro, e immagino che chi si ferma in città un giorno solo non abbia voglia di andare in periferia. Il centro di Bologna è un gioiellino, e vale la pena goderselo anche la sera. Se però siete arrivati in macchina o dormite da amici, più avanti vi consiglio i locali che sono piaciuti a me. Trovate comunque l’elenco completo a questo link, selezionando la città di Bologna.

Come ho scelto i ristoranti per il Food Tour?

Come scrivo nel Food Tour, Bologna non offre granché in termini di ristoranti senza glutine in centro. Ho cercato quindi di inserire anche i posti in cui sono stata a mangiare più di una volta, e che mi sembra abbiano un’ottima attenzione a non contaminare i prodotti. Mi sento di consigliarli ad occhi chiusi, come qualità del cibo e del servizio. La gelateria Gianni tiene il gelato senza glutine e vegano in un’area separata dagli altri, e lo serve con palette dedicate. Da Wood i prodotti da forno freschi sono confezionati in mono porzioni, e li fanno aprire a te per evitare un contatto accidentale.

Negli altri tre posti citati (RoManzo, Simoni e Pane Vino e San Daniele) ho trovato persone attente e consapevoli, ma non hanno tutele certe da potervi riferire. Sia da Simoni che da RoManzo li ho visti impiattare il mio cibo con mani pulite e lontano dal pane. Io non sono mai stata male, ma se avete reazioni forti e vi sentite più sicuri, saltate queste tre tappe.

bologna_senza_glutine_dove_mangiare_guida_ristorante_la_capriata

Vuoi mangiare in questo ristorante? Lo trovi nel mio Food Tour di Bologna Senza Glutine.

Perché non hai inserito tutti i locali certificati del centro di Bologna?

Ho evitato di inserire posti come Grom o American Graffiti, perché sono catene che si trovano un po’ ovunque. Ho cercato di inserire solo locali tipici bolognesi, scelti o perché fanno cucina tradizionale o perché hanno una loro originalità. E anche tra questi ho selezionato quelli che mi piacciono e in cui vado spesso: è un food tour senza glutine scritto col cuore e col palato!

Quali ristoranti AIC fuori dal centro consigli?

Vi anticipo che non li ho provati tutti! Ma come, avevo detto che erano pochi, no? In realtà preferisco sperimentare posticini non certificati, ma anche su quelli dovrei impegnarmi di più. Comunque, a me piace il ristorante pizzeria La Pantera Rosa di via Cleto Tomba (ho provato anche le altre due sedi, ma trovo che in questa sia la pizza che i primi siano più buoni e più curati).

Consiglio assolutamente anche Il Vecchio Mercato: sono ottimi i fagotti verdi e il pane fatto da loro. Molto buoni anche i tortellini e le crescentine (lo gnocco fritto bolognese), mentre ho trovato un po’ banali le lasagne e le tagliatelle. Consigliatissimi anche i secondi, la pizza invece non l’ho provata perché a pranzo non la fanno. Per gli intolleranti al lattosio, una bella sorpresa: per preparare i dolci utilizzano solamente latte senza lattosio.

bologna-senza-glutine-dove-mangiare-cosa-fare-guida-via-galliera

Ti potrebbe interessare: a Merano si nasconde un hotel con cucina gourmet Senza Glutine!

Mi consigli una gelateria o pasticceria senza glutine a Bologna?

Come gelateria voto senza dubbio Capo Nord. Anche lì ci sono alcuni gusti senza glutine e vegani, ma la maggior parte dei gusti senza glutine contiene lattosio. Però la loro panna montata è da perdere la testa. Su richiesta fanno anche le torte gelato. Come pasticceria non ne ho ancora trovata una che mi convinca: ho provato vari cornetti e brioche prodotti nella zona, ma ancora niente di cui valga la pena parlare.

Dove fare shopping a Bologna?

Qui, ahimè, toccate un tasto dolente. Non sono una grande consumatrice. Ma soprattutto cerco di evitare le grandi catene con prezzi bassi e prodotti di scarsa qualità.
Per un elenco di negozi di abbigliamento e accessori vi consiglio di guardare la rubrica Sweet Places di Sweet As A Candy.
Però se siete interessati a uno shopping tour sostenibile con negozietti Made in Italy, fatemelo sapere!

Che tappe aggiungere al tour se ho più tempo?

Se avete solo un giorno, vi consiglio di integrare con delle attività in zona. Una passeggiata in via Galliera, la vecchia via nobile di Bologna. Una visita ad una mostra a Palazzo Fava. Un giro nel ghetto ebraico, e una capatina negli edifici storici dell’Università di via Zamboni, massacrati dall’incuria degli universitari moderni. Vi consiglio di perdere dieci minuti per vedere il Compianto di Niccolò dall’Arca. E ovviamente, salite sulla Torre degli Asinelli!

Se invece avete più di un giorno potete vedere anche la zona del MamBO, il Museo di Arte Moderna, e del Parco del Cavaticcio, che è decisamente più originale. Per una bella vista su Bologna andate a San Michele in Bosco; se invece vi sentite in vena di imprese ardite, andate a piedi dal centro alla Basilica di San Luca. Il parco più bello in città per me è Villa Ghigi, ma non li ho visti tutti.

bologna-senza-glutine-guida-dove-mangiare-cosa-vedere-food-tour-parco-dei-gessi
La vista su Bologna dal Parco dei Gessi

Ph: Sono Allergica
© 2016 Tutti i diritti riservati

Ti ho fatto venire voglia di fare un giro a Bologna? Spero di sì! E adesso ti lascio al mio Food Tour di Bologna Senza Glutine!

Hai altre domande? Scrivimele qui sotto e le aggiungerò al post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *